Gio Evan al Common Ground [Live report]

Il poeta Gio Evan inaugura la nuova rassegna musicale proposta dal Noisy Naples Fest presso il club post-industriale Common Ground di Napoli.

Sabato 30 novembre con Gio Evan si sono accesi per la prima volta i riflettori sul Noisy Club, nuova rassegna OFF promossa dal festival musicale partenopeo, che intende offrire al pubblico campano il meglio della musica indie, emergente e underground durante tutto l’anno.

Giunto ormai alla quinta edizione, il Noisy Naples Fest quest’anno allarga la sua proposta e oltre ai concerti e agli spettacoli estivi in programma all’Arena Flegrea presenta una programmazione invernale in una location d’eccezione: il club post-industriale Common Ground di via Scarfoglio a Napoli.

Ad inaugurare la manifestazione, dunque, lo scrittore, poeta, filosofo, umorista, performer e cantautore Gio Evan, al secolo Giovanni Giancaspro, artista poliedrico e imprevedibile che lo scorso 25 ottobre ha pubblicato per 1Day/MArteLabel  il suo nuovo prodotto discografico “Natura molta”.

Lo show

Poco dopo le 21:30 ecco finalmente Giovanni prendersi la scena dell’accogliente location napoletana. “Acida e imbattibile“ è il brano che apre il concerto e richiama sottopalco il pubblico presente in sala: sin dalle primissime battute prende forma quello che è il suo mondo artistico.

Nel corso del live non potevano certo mancare divertenti parentesi di confronto con i fan ai quali si sono alternati emozionanti momenti dedicati alla lettura di poesie. In scaletta a farla da padrone sono stati ovviamente i brani appartenenti al suo nuovo doppio album, su tutti i singoli estratti “Himalaya cocktail” e  “Klimt”.

Oltre un’ora e mezza di show in cui Gio Evan si conferma non solo un gran comunicatore, ma un artista a tutto tondo in grado di amalgamare con estrema sensibilità la poesia e la musica.

Il cartellone del Noisy Club

Il cantante/operaio Clavdio, ultima scoperta di Bomba Dischi (il 14 dicembre), il rapper Mezzosangue (23 gennaio) con “Sua Cuique persona (tour)”, il rapper e producer Ketama126 (il 5 marzo) e l’atteso ritorno dei Subsonica (19 marzo), reduci dalla pubblicazione di “Microchip Temporale”, lavoro che celebra con remix e duetti i 20 anni del loro album cult “Microchip Emozionale”.

A breve saranno annunciati altri nomi di questa prima edizione, in attesa della rassegna estiva in programma all’Arena Flegrea, la più grande struttura all’aperto del sud Italia che in questi anni ha ospitato artisti internazionali del calibro di Sting, Robert Plant, Skunk Anansie, Massive Attack, Noel Gallagher, Ludovico Einaudi, Diana Krall, Kamasi Washington, LP, Kasabian, Paul Kalkbrenner solo per citarne alcuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *