Crisis on Infinite Earths – il Crossover [Recensione]

A lungo preannunciato nelle ultime stagioni di The Flash e Arrow, il momento tanto atteso quanto temuto è arrivato. Crisis on Infinite Earths, il quinto crossover della DC Comics che coinvolge tutti i protagonisti dell’Arrowverse. Noi di Shockwave l’abbiamo visto per voi.

I nostri eroi sono chiamati a difendere il Multiverso da una crisi imminente. Un’ondata di anti-materia infatti minaccia di distruggere qualsiasi cosa incrocerà il suo cammino.

Crisis on Infinite Earths – Ora 1.

La prima parte del crossover inizia nel nono episodio della quinta stagione di Supergirl. Gli animali sono i primi ad avvertire il pericolo che si palesa attraverso un terremoto, mentre il DEO analizza la situazione con l’aiuto di J’onn che è stato informato da Monitor. L’onda di anti-materia sembra sia prossima a distruggere Terra-38 e Argo City. Kara riesce ad avvisare Clark (Superman) e Lois poco prima di vedere un intero pianeta essere spazzato via. Kal, Lois e Jonathan, loro figlio, saranno gli unici a sopravvivere alla catastrofe. Kara, dopo aver perso il suo pianeta natale, Krypton, guarda con i propri occhi, consapevole di non poter fare niente, la distruzione di un intero universo. Ma non solo. Dovrà fare anche i conti con il dolore per la perdita della madre, di nuovo.

Barry (The Flash), Oliver (Arrow), Kate Kane (Batwoman), Sara Lance (White Canary), Mia Smoak e Ray Palmer (ATOM) vengono reclutati da Harbinger (Lyla) per tentare d’impedire l’inevitabile. Terra-38 infatti sembra essere il punto di non ritorno: se non riusciranno a salvare il pianeta, l’onda passerà agli altri universi, spazzandoli via uno dopo l’altro.

Ma anche Monitor ben presto si renderà conto che il pianeta non può essere salvato, così le navi con cui sono atterrati gli alieni verranno usate come scialuppe di salvataggio che condurranno tre miliardi di abitanti su Terra-1 attraverso un portale. Anche gli eroi abbandonano il pianeta, tranne Oliver che rimane a combattere fino all’ultimo respiro consapevole che ogni secondo significa salvare una vita in più. Compiendo così l’ultimo sacrificio.

Crisis on Infinite Earths – Ora 2.

Il gruppo è diviso tra chi vuole impedire che il Multiverso svanisca del tutto e chi invece è determinato a trovare un modo per riportare indietro le persone scomparse. Così Mia e Barry vanno alla ricerca di un Pozzo di Lazzaro ancora in funzione per riportare in vita Oliver.

Monitor affida loro una nuova missione: trovare 7 campioni nel Multiverso che potrebbero aiutarli. Kara è il Campione della Speranza, Sara quello del Destino, e Kate quello del coraggio quindi mancano 4 campioni all’appello. Lois, Clark e Iris vengono incaricati di trovarli. Intanto scoprono che a complicargli il viaggio c’è Lex Luthor riportato in vita da Monitor, che gli ha dato il compito di uccidere il Superman di ogni Terra. Riusciranno appena in tempo ad evitare che uccida il Campione della Verità, Superman di Terra-96, doppelganger di Ray.

Crisis on Infinite Earths – Ora 3.

J’onn è il Campione dell’onore, Barry quello dell’amore mentre Ryan Choi, professore di fisica all’università di Ivy Town, quello dell’umanità.

Durante la terza parte ci sono stati numerosi colpi di scena. Cominciamo da Lex Luthor che si è sostituito a Superman utilizzando il libro del destino, e i nostri eroi scoprono chi è il nemico che dovranno sconfiggere: l’Anti-Monitor.

Oliver si rifiuta di tornare indietro e preferisce compiere il proprio destino, trasformandosi in qualcos’altro.

Inoltre Barry scopre di non essere lui ad essere destinato a morire ma il Barry Allen di Terra-90.

Harbinger viene catturata dall’Anti-Monitor e spinta a tradire i nostri eroi, e intanto Monitor viene sconfitto dalla sua antitesi. I 7 campioni vengono mandati nel punto di non ritorno avere un’ultima speranza proprio mentre l’ondata di anti-materia colpisce Terra-1.

Crisis on Infinite Earths – Ora 4.

I 7 campioni sono ormai convinti che non ci sia più niente da fare, ma restituirgli la speranza sarà lo stesso Oliver, diventato Spectre, un’entità cosmica in connessione con il Multiverso, ormai scomparso ma non in maniera definitiva. Nel frattempo scopriamo che fu lo stesso Monitor, nel tentativo di viaggiare nel tempo, a creare la sua antitesi. Dopotutto il presentimento di Oliver non era poi così sbagliato. La Forza della Velocità sembra essere la chiave per salvare tutti. Barry infatti deve recuperare i suoi compagni all’interno della forza per condurli nell’Anti-Universo, all’Alba dei Tempi, per combattere e sconfiggere l’Anti-Monitor. E così mentre Oliver combatte contro l’Anti-Monitor, gli altri eroi si sbarazzano dei demoni ombra. Quindi, con quella poca forza che gli rimane, Oliver accende la scintilla per creare un nuovo universo, mentre gli altri la alimentano.

Per ogni fine, c’è un nuovo inizio.

Crisis on Infinite Earths – Ora 5.

I 7 campioni si risvegliano, in un nuovo mondo, una nuova Terra, l’unica. E scoprono di essere gli unici a ricordare quanto accaduto, così J’onn restituisce i ricordi anche agli altri. L’unico a non essere tornato è Oliver. Morendo così due volte. Quando capiranno che l’Anti-Monitor è ancora vivo, si assicureranno che non sia morto invano riuscendolo a sconfiggere una volta per tutte.

Per mantenere viva l’eredità di Oliver, Barry, in un vecchio stabilimento dei Laboratori STAR, istituisce una sorta di tavola rotonda alla Justice League per permettere ai nostri eroi di riunirsi in tempi di crisi, e un monumento commemorativo in memoria del primo degli eroi.

Nel frattempo The Flash, Batwoman, Supergirl e Legends sono state tutte confermate per un’ulteriore stagione prima ancora che quelle attuali finiscano. Ma non finisce qui. La The Cw infatti ha ordinato la produzione di non uno ma ben due spin-off. “Green Arrow & The Canaries” avrà il suo backdoor pilot già nel nono episodio dell’ottava ed ultima stagione di Arrow che andrà in onda in America il prossimo 21 gennaio. Ma ci sarà anche un’intera serie dedicata a Superman e Lois. E noi di Shockwave sicuramente ve ne parleremo più avanti.

Come risultato molti sicuramente si chiedono cosa succederà nelle prossime stagioni dopo questo crossover a dir poco sconvolgente. Una cosa è certa: niente sarà più come prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *